Estate fotografica

Ho appena caricato alcune foto sul sito. Sono vari scatti fatti nel periodo estivo appena trascorso, presi qua e la, senza voler fare una vera “cronaca delle vacanze”. Sicuramente la parte più corposa è quella relativa al Serravalle Jazz che per il secondo anno consecutivo ha attirato i miei interessi musicali (e fotografici). Colgo l’occasione per fare i complimenti a tutta l’organizzazione ma soprattutto ai musicisti che ci hanno regalato ottima musica.
Ho voluto scrivere queste due righe di presentazione anche come pretesto per dare spazio a chi volesse commentare le foto, visto che nel sito non c’è questa possibilità.
Per chi avesse gia visto le foto presenti fino ad oggi ricordo che quelle nuove sono sempre all’inizio di ogni galleria.

A presto,
il mio “autunno fotografico” è gia iniziato….

Annunci

Artificiali stati d’animo

Dopo un lungo periodo di gestazione, che sembrerà anche strano data l’estrema semplicità della grafica, il sito è finalmente online. Ho voluto dare a questo nuovo spazio una funzione bivalente che racchiuda da un lato le immagini fotografiche e dall’altro le immagini grafiche senza limiti di tecnica usata (per ora ho iniziato con una raccolta di disegni). Dalla home page il percorso si snoda appunto in due vie parallele (fotografia e grafica) che si ricongiungono idealmente nella pagina “Punti di Vista”, una sorta di micro biografia che, infatti, contiene un testo identico per le due sezioni. Ho voluto dare ai due percorsi un aspetto molto simile ma differente nelle tonalità usate, per sottolineare la separazione dei due generi di immagini mantenendo nel contempo unità grafica per l’intero sito.

In entrambi i casi vorrei che da esse trasparisse lo stato d’animo che ha contribuito alla creazione dell’immagine, per quanto l’artificialità del media usato possa permettere questo. Prima di scattare una foto c’è sempre un attimo in cui l’immagine che si ha davanti da una piacevole sensazione di armonia, ed è proprio in quell’attimo che hanno origine le immagini più belle. Per le opere grafiche, i tempi sono molto più lunghi a causa della tecnica scelta, ma c’è sempre un istante in cui nasce l’idea, in cui si percepisce la stessa sensazione. Vi è mai capitato di stare davanti ad un bambino e guardarlo attraverso l’obiettivo per parecchi minuti finchè arriva quell’attimo in cui la sua espressione è perfetta per lo scatto? Vi è mai capitato di vedere mentalmente un’immagine e sentire la sensazione di forza, drammaticità o grandiosità e cercare subito un lapis per tentare di disegnarla prima possibile?

Che sia una reale luce visibile o un impulso mentale intangibile, la possibilità di poter fermare per sempre un istante di tempo ci rende partecipi di un’avventura che non lasci alla sola memoria l’onere di conservare le impressioni delle nostre visioni.

www.albertobertoncini.it

Consiglio la navigazione a schermo intero (F11 sui principali browser).

Buona visione.