Scanner Epson Perfection 2480 su Linux

In questo tutorial mostrerò come far funzionare uno scanner Epson 2480 su Linux. Io uso una Fedora 12 ma non ci dovrebbero essere differenze con altre distribuzioni in quanto il programma per scannerizzare è sempre lo stesso (xsane).
Personalmente ho provato il programma iscan prodotto da Avasys che fornisce driver Linux per apparecchiature Epson, ma a volte mi dava qualche problema per cui sono tornato ad usare xsane.
Innanzi tutto è necessario procurarsi il file del firmware dello scanner estraendolo dal file .cab presente nel CD fornito. L’estrazione può essere fatta con il programma cabextract che si trova nei repository.
ATTENZIONE!
Visto che il firmware che andremo ad usare viene caricato ogni volta nello scanner, è necessario accertarsi di usare il firmware giusto atrimenti si correrebbe il rischio di rompere il dispositivo.

Nel mio caso il file estratto si chiama Esfw41.bin e lo userò come esempio nel tutorial.

OK, a questo punto possiamo collegare la porta usb e accendere lo scanner.
Entriamo in un terminale come root e vediamo se il dispositivo è stato rilevato con:

[root@localhost sane.d]# sane-find-scanner

Tra i messaggi che escono dovrebbe essere presente una riga di questo tipo:
found USB scanner (vendor=0x04b8 [EPSON], product=0x0121 [EPSON Scanner]) at libusb:001:002
Come possiamo vedere lo scanner è stato rilevato correttamente.
Siccome xsane usa un backend per ogni tipo di scanner è necessario verificare quale è nel nostro caso con:

[root@localhost sane.d]# scanimage -L
device `snapscan:libusb:001:002′ is a EPSON EPSON Scanner flatbed scanner

Quindi il backend usato è: snapscan.
Ora è necessario modificare il file del backend per dirgli quale firmware usare. Entriamo nella cartella dei backend:

[root@localhost sane.d]# cd /etc/sane.d/

Editiamo il file:

[root@localhost sane.d]# gedit snapscan.conf &

All’inizio del file c’è una riga di questo tipo:
firmware /usr/share/sane/snapscan/your-firmwarefile.bin
Modifichiamola con:
firmware /etc/sane.d/Esfw41.bin
Salviamo il file.

Copiamo il file del firmware nella cartella che abbiamo indicato:

[root@localhost sane.d]# cp /cartella/del/mio/firmware/Esfw41.bin /etc/sane.d

A questo punto il gioco è fatto. Con il seguente comando si possono vedere tutte le opzioni supportate dal backend per il nostro scanner:

[root@localhost sane.d]# scanimage -h

Non ci resta che avviare xsane per iniziare a scannerizzare. Considerate che lo scanner ha bisogno di un tempo di riscaldamento, circa 33 secondi, che viene indicato avviando xsane da terminale.
Buon lavoro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...